Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Biglietti online per viaggiare negli USA

E’ ormai abituale negli USA vendere biglietti di viaggio online per la maggior parte dei servizi collegati alla mobilità. Per mobilità intendiamo il viaggio in aereo, treno, pullman oppure in auto a noleggio. Fin dalla sua nascita, l’acquisto di biglietti di viaggio è sempre stata una delle attività primarie di Internet. Negli Stati Uniti si tratta ormai di un mercato talmente sviluppato da aver sostituito quasi completamente la vendita di biglietti tradizionali.

Siamo ormai abituati a vedere persone che fanno il checkin in aeroporto con il proprio telefonino. Siamo abituati, anche in Italia, a persentare un biglietto elettronico al controllore di un treno o di un autobus. Per quel che riguarda le auto a noleggio, la loro prenotazione è spesso abbinata all’acquisto di un biglietto aereo. Di conseguenza l’intero acquisto si svolge online e il cliente si trova con un singolo biglietto.

Da sempre la componente più importante di questo particolare mercato è l’acquisto di biglietti di aereo. Il noleggio di automobili e l’acquisto di biglietti per autobus e treno è ancora un’attività marginale in termini di numeri. E rimarrà marginale tale anche per i prossimi cinque anni.

Spazi per investire nei biglietti di viaggio online

Nel video abbinato a questo articolo vediamo in dettaglio le cifre di questo mercato. Analizziamo la crescita anno per anno di ciascuna delle tre componenti: aerei, treni/bus, auto a noleggio. Notiamo in generale che il mercato statunitense offre ottime possibilità di crescita e che il bienno compreso tra il 2016 e il 2018 è il periodo migliore per investire. Trattandosi di una vendita che si svolge online, c’è ampio spazio per software house e società marketing che vogliano specializzarsi in tal senso.

Naturalmente ci sono già siti importanti che presidiano la vendita dei biglietti aerei e degli altri biglietti di viaggio. Tuttavia c’è ancora spazio per fornire servizi più articolati. Quando il ritmo di crescita è così forte, anche i leader non riescono a coprire tutto il mercato. Lo abbiamo visto in molte altre industrie e quella dei biglietti di viaggio online non fa eccezione. Si tratta quindi di un’area dove vale la pena di investire, sia negli USA sia altrove. Richiede competenze tecniche specifiche, ma offre ottime possibilità di guadagno.

Roberto Mazzoni

Altri articoli collegati:

Negli USA si viaggia in treno e in autobus pagando i biglietti online

Comments

  1. Buona giorno,
    ho visto un Suo video pubblicato su You Tube e mi sono permesso di scriverLe per richiederLe un contatto.
    Mi chiamo Alessandro Basso e sono un imprenditore Italiano che si occupa di servizi sanitari.
    Da qualche tempo abbiamo avviato un progetto legato all’informazione sanitaria attraverso il web con il quale abbiamo approcciato da subito al mercato Italiano e a quello Europeo.
    Grazie ad un accordo con l’Università di Harvard abbiamo deciso di intraprendere le nostre attività anche in America con la creazione di una società che possa essere il riferimento mondiale dello sviluppo del business.
    Ho però ancora qualche dubbio sui primi passi da fare per costituire una società negli Stati Uniti, ad esempio che tipo di società costituire, in che stato costituirla, i costi di costituzione, a chi affidare la consulenza legale, come realizzare e a chi affidarsi peri contratti secondo le leggi americane, ed altro.
    Le decisioni non sono semplici perché non conoscendo le leggi e i regolamenti non capisco come orientarmi, esiste già una società Italiana e una società Monegasca, delle quali sono il proprietario, che sviluppano il progetto ma vorrei che la società americana fosse la controllante di tutte le società satelliti costituite e che andrò a costituire.
    Come vede ho parecchi dubbi e mi piacerebbe avere una guida che può aiutarmi ad evitarmi di commettere errori.
    Il progetto è già partito in Italia e i contratti con Harvard già sottoscritti mi impongono di effettuare delle scelte molto velocemente.
    Sarò in America nel mese di Aprile e mi piacerebbe aver le idee già chiare su cosa fare o, magari, aver già cominciato a farle.
    Vista l’urgenza, Le chiedo di essere contattato via mail o telefonicamente (come ritiene) per approfondire l’argomento e valutare le varie opportunità.
    Colgo l’occasione per porgerLe i miei più cordiali saluti.
    Alessandro Basso

  • Alessandro Basso

    Buona giorno, ho visto un Suo video pubblicato su You Tube e mi sono permesso di scriverLe per richiederLe un contatto. Mi chiamo Alessandro Basso e sono un imprenditore Italiano che si occupa di servizi sanitari. Da qualche tempo abbiamo avviato un progetto legato all'informazione sanitaria attraverso il web con il quale abbiamo approcciato da subito al mercato Italiano e a quello Europeo. Grazie ad un accordo con l'Università di Harvard abbiamo deciso di intraprendere le nostre attività anche in America con la creazione di una società che possa essere il riferimento mondiale dello sviluppo del business. Ho però ancora qualche dubbio sui primi passi da fare per costituire una società negli Stati Uniti, ad esempio che tipo di società costituire, in che stato costituirla, i costi di costituzione, a chi affidare la consulenza legale, come realizzare e a chi affidarsi peri contratti secondo le leggi americane, ed altro. Le decisioni non sono semplici perché non conoscendo le leggi e i regolamenti non capisco come orientarmi, esiste già una società Italiana e una società Monegasca, delle quali sono il proprietario, che sviluppano il progetto ma vorrei che la società americana fosse la controllante di tutte le società satelliti costituite e che andrò a costituire. Come vede ho parecchi dubbi e mi piacerebbe avere una guida che può aiutarmi ad evitarmi di commettere errori. Il progetto è già partito in Italia e i contratti con Harvard già sottoscritti mi impongono di effettuare delle scelte molto velocemente. Sarò in America nel mese di Aprile e mi piacerebbe aver le idee già chiare su cosa fare o, magari, aver già cominciato a farle. Vista l'urgenza, Le chiedo di essere contattato via mail o telefonicamente (come ritiene) per approfondire l'argomento e valutare le varie opportunità. Colgo l'occasione per porgerLe i miei più cordiali saluti. Alessandro Basso
    UpVote Reply 0 Upvotes