Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Certificarsi per il lavoro negli USA con CompTIA A+

La certificazione CompTIA A+ è uno degli elementi di valutazione usati dalle aziende americane nell’assumere personale specializzato in informatica e personale di supporto tecnico. E’ anche una delle qualifiche iniziali per accedere al ricco mondo della cyber security e in particolare al lavoro di System Administrator.

Il nome A+ viene dal sistema di votazione scolastico americano e corrisponde a “10 e lode”. Viene gestita dalla Computer Technology Industry Association, abbreviata in CompTIA, che riunisce tutti i principali produttori e rivenditori di prodotti informatici negli USA e nel mondo.

Attesta competenze equivalenti a un tecnico informatico con 9 mesi di esperienza. Esiste da più di vent’anni e nel mondo ci sono già più di un milione di persone che l’hanno conseguita. Copre tutte le competenze chiave per chi deve installare, configurare, gestire e riparare personal computer, smartphone e reti locali.

Cosa fare per ottenere la CompTIA A+

Esistono numerosi programmi di studio anche gratuiti o comunque a basso costo per acquisire le informazioni necessarie a questa certificazione. In particolare il sito Cybrary.it, di cui abbiamo già parlato, propone un intero corso gratuito di preparazione che copre tutti i temi richiesti dal curriculum A+.

Il sito propone anche un laboratorio virtuale che non solo aiuta a prepararsi per i due esami, ma permette anche di acquisire padronanza con le tecnologie informatiche fondamentali del nostro tempo.

Il laboratorio mira a fornire le basi per affrontare problemi tecnici nel mondo reale. Quest’ultimo è un aspetto essenziale per chi cerca lavoro, visto che le aziende americane cercano persone con le giuste credenziali, ma anche con l’abilità di mettere in pratica ciò che hanno studiato. Il laboratorio virtuale di Cybrary.it non è gratuito; nel momento in cui scriviamo costa circa 80 dollari per sei mesi di accesso illimitato.

Mike Meyers, il “padrino” di CompTIA A+

Esistono molte altre fonti per formarsi in previsione di questa certificazione. Mike Meyers, che per anni è stato un autore di riferimento per A+, propone sia un voluminoso manuale disponibile su Amazon dal titolo “CompTIA A+ Certification All-in-One Exam Guide, Ninth Edition (Exams 220-901 & 220-902)” sia un corso completo di formazioni su Udemy a un prezzo molto abbordabile.

Meyers è considerato l’autorità numero uno in materia, quindi offre materiale di sicura utilità. Inoltre trovate una grande selezione di libri e di corsi da altri autori sempre dedicati ad A+. Basta fare una ricerca su Google. Assicuratevi che siano testi compabili con la versione 220-901 e 220-902 del test.

L’esame per la certificazione CompTIA A+

La certificazione viene rilasciata dopo aver sostenuto due esami di 90 minuti l’uno gestiti da una società specializzata nei test via computer: Pearson VUE. I due esami possono essere fatti separatamente oppure uno immediatamente dopo l’altro. Perason VUE ha sedi in tutto il mondo e anche in Italia. E’ sufficiente prenotare e pagare l’esame, presentarsi e rispondere a una novantina di domande per ciascun test.

Nel video abbinato a questo articolo spieghiamo un po’ meglio come funziona ciascun esame. Per comodità vengono identificati da due codici numerici: 220-901 e 220-902. Le ultime tre cifre indicano la versione. Infatti CompTIA aggiorna i propri esami e i requisiti della certificazione all’incirca ogni tre anni. In tal modo il contenuto si mantiene al passo con l’evoluzione della tecnologia, senza perdere di vista la realtà del mercato.

Studierete quindi anche contenuti relativi a tecnologie che non sono più considerate moderne, ma che ancora si trovano nelle aziende.  Infatti le domande e i contenuti di A+ vengono elaborati da CompTIA dopo essersi consultati sia con produttori sia con aziende utilizzatrici.

Questa procedura richiede un certo tempo e determina quindi un ritmo triennale di aggiornamento dei contenuti e dei test. Il triennio serve anche a consentire che chi si sta preparando per un tipo di esame abbia il tempo di concluderlo con successo prima che ne subentri un nuovo tipo.

Come prepararsi per gli esami di CompTIA A+

Come tutti gli esami gestiti a computer, gran parte delle domande sono a risposta multipla, perciò è bene esercitarsi in modo da acquisire familiarità con il tipo di domanda e con le possibili risposte. In alcuni casi bisogna ragionare, in altri casi bisogna semplicemente ricordare informazioni memorizzate.

Ci sono anche poche domande, un minimo di 3 e un massimo di 6, che richiedono l’esecuzione di un’azione sul computer di test. Diventa quindi importante esercitarsi, sia per acquisire dimestichezza con le varie operazioni sia per memorizzare alcuni concetti che saranno tema di esame.

Esistono numerose risorse per esercitarsi in tal senso. Il libro di Meyers che abbiamo menzionato prima, include un CD con esercizi interattivi.

Cybrary.it propone due programmi di esercitazione interattiva per il costo di 42 dollari ciascuno e che sono validi per 6 mesi. Potete anche personalizzare gli esercizi così da rinforzare le aree su cui siete più deboli. Avete la possibilità di porvi un obiettivo di punteggio e oppure decidere in che modo accedere alle risposte. I programmatori hanno cercato di riprodurre l’ambiente in cui sosterrete l’esame vero e proprio. Le domande sono a tempo e filtrate secondo gli stessi criteri utilizzati nel test reale.

In tal modo potrete stabilire quanto siete davvero pronti per sostenere la prova. Avrete infine strumenti per ripassare rapidamente i concetti fondamentali.

Quanto costa ciascuno dei due test necessari per l’A+

Il test in quanto tale costa circa 200 dollari per sessione (ce ne vogliono due come minimo). Sono comunque disponibili numerosi coupon di sconto.

Nel complesso si tratta di una certificazione abbastanza economica e semplice da ottenere. Pone le basi per un avanzamento di cariera in qualsiasi posto di lavoro nel mondo, e favorisce l’accesso al lavoro negli Stati Uniti.

Roberto Mazzoni

Comments