Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Come funziona il visto E2 – parte 2

Proseguiamo la nostra analisi delle caratteristiche del visto E2 che consente a un investitore di creare un’attività imprenditoriale negli Stati Uniti e trasferirsi negli USA insieme alla propria famiglia. In questa seconda puntata vediamo che tipo di qualità deve avere l’investitore al fine di avere successo e di avere buone possibilità che la sua richiesta di visto sia approvata.

Comments

  1. Genile Sig. Mazzoni,
    in settembre 2013 ho aperto, con i miei risparmi, una societa’ che investe in immobili da ristrutturare in Florida, a St. Petersburgh.
    Credendo di essere in possesso dei requisiti per il Visto E2 ho, quindi, presentato la documentazione richiesta in luglio 2014, per il trasferimento della mia famiglia. Ho atteso circa 10 settimane prima del colloquio presso l’Ambasciata a Roma ma, in questa sede, mi e’ stato negato il rilascio del Vosto in quanto non ho potuto esibire una valida “proof of income”. Questo, in quanto i due progetti nel frattempo avviati, pur generando lavoro per gli americani coinvolti, non sono ancora giunti a termine e, quindi, non avevano, al momento della domanda, ancora prodotto alcun risultato, pur se il piano di sviluppo dell’attivita’ (Business Plan) evidenzia, entro i prossimi tre anni, uno sviluppo sostanziale sia in termini di fatturato che di lavoro generato per cittadini americani.
    Potrebbe, cortesemente, consigliarmi su cosa dovrei, a questo punto, concentrare la mia attenzione prima di presentare nuovamente la richiesta ?
    Basta esibire alcuni contratti di affitto che nel frattempo ho stipulato con residenti locali per i miei immobili?
    La ringrazio per l’attenzione e per i consigli che vorra’ darmi.
    Cordiali saluti
    Bruno Polistina

  2. Buon giorno,
    bisognerebbe vedere l’intero business plan. Ci sono probabilmente diversi difetti e va reimpostato completamente. E’ anche necessario cambiare avvocato d’immigrazione.

  3. salve, io sono italiana e vivo in italia ma vorrei aprire una società in america. Si tratta di una piattaforma software che offra servizi online, principalmente.Vorrei aprirla li perché trattandosi di musica e spettacolo é l’ambiente ideale. Posso richiedere un visto ed aprirla in america?

  • valeria

    salve, io sono italiana e vivo in italia ma vorrei aprire una società in america. Si tratta di una piattaforma software che offra servizi online, principalmente.Vorrei aprirla li perché trattandosi di musica e spettacolo é l'ambiente ideale. Posso richiedere un visto ed aprirla in america?
    UpVote Reply 0 Upvotes
  • BRUNO

    Genile Sig. Mazzoni, in settembre 2013 ho aperto, con i miei risparmi, una societa' che investe in immobili da ristrutturare in Florida, a St. Petersburgh. Credendo di essere in possesso dei requisiti per il Visto E2 ho, quindi, presentato la documentazione richiesta in luglio 2014, per il trasferimento della mia famiglia. Ho atteso circa 10 settimane prima del colloquio presso l'Ambasciata a Roma ma, in questa sede, mi e' stato negato il rilascio del Vosto in quanto non ho potuto esibire una valida "proof of income". Questo, in quanto i due progetti nel frattempo avviati, pur generando lavoro per gli americani coinvolti, non sono ancora giunti a termine e, quindi, non avevano, al momento della domanda, ancora prodotto alcun risultato, pur se il piano di sviluppo dell'attivita' (Business Plan) evidenzia, entro i prossimi tre anni, uno sviluppo sostanziale sia in termini di fatturato che di lavoro generato per cittadini americani. Potrebbe, cortesemente, consigliarmi su cosa dovrei, a questo punto, concentrare la mia attenzione prima di presentare nuovamente la richiesta ? Basta esibire alcuni contratti di affitto che nel frattempo ho stipulato con residenti locali per i miei immobili? La ringrazio per l'attenzione e per i consigli che vorra' darmi. Cordiali saluti Bruno Polistina
    UpVote Reply 0 Upvotes