Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Entrare negli USA per viverci usando la tecnologia

Entrare negli USA è l’aspirazione di molti che vedono nel contesto americano maggiori opportunità di quante ne trovano a casa propria. Sappiamo che molti provano a entrare tutti gli anni usando vari sistemi e in questo video abbiamo messo in evidenza i tre che sono più comuni. Ne abbiamo anche proposto un quarto che è innovativo e che, secondo noi, può cambiare le regole del gioco.

Con l’imminente irrigidimento sulle politiche migratorie negli USA, servono nuovi approcci. In particolare vince qualsiasi progetto che possa portare nuovi posti di lavoro. Non devono necessariamente essere assunzioni di personale americano. Possono essere progetti che semplicemente generano maggiore attività nell’economia.

Siamo ben consapevoli che non sia facile per un giovane imprenditore trovare i capitali necessari per avviare un progetto di grande respiro. Conosciamo anche molto bene le complessità delle leggi sull’immigrazione. Abbiamo seguito un progetto dopo l’altro, tutti conclusi con successo. In questa esperienza ci siamo resi conto che serviva un percorso più semplice. Un approccio graduale  che permettesse di costruire il business un po’ alla volta.

Una strategia appetibile anche per quegli imprenditori che non hanno ancora deciso di trasferirsi negli Stati Uniti. Un sistema che permettesse loro di dare un doppio valore ai propri sforzi. Creare una piattaforma per accedere gradualmente agli Stati Uniti mentre potenziano la propria presenza in Italia o nel loro Paese di origine.

Le nuove tecnologie come percorso innovativo anche per l’immigrazione negli USA

Le nuove tecnologie sono naturalmente in crescita in tutto il mondo e costituiscono uno dei settori prediletti da parte di chi avvia un’attività da zero (startup). I settori con maggiore richiesta sono lo sviluppo di software, il marketing sul Web e la cybersecurity.

Ci sono molti singoli settori in cui è possibile attivarsi e il mercato italiano è in arretrato praticamente su tutti, secondo le statistiche ufficiali. Diventa quindi strategico avviare un’attività negli USA focalizzata sulla nuova tecnologia. In tal modo diventa possibile gestirla a distanza, senza violare le leggi d’immigrazione. E’ possibile acquisire know how prezioso che può quindi essere trasferito in Italia.

Si costruisce gradualmente una clientela negli USA che potrà poi spianare la strada a un’ingresso personale in territorio americano. Sembra facile a dirsi e in effetti è facile anche da realizzare se si dispone di supporto in territorio americano.

L’azienda così costituita può anche accedere a finanziamenti pubblici destinati a chi opera sulle nuove tecnologie e costruire una rete di relazioni che porti quindi alla creazione di una realtà concreta.

Serve un minimo di capitale inziale necessario per avviare una presenza concreta, perciò si tratta comunque di progetti indirizzati a persone con spirito imprenditoriale.

I benefici però sono notevoli. E in tal modo si può scavalcare gran parte della complessità burocratica dei sistemi d’immigrazione.

Perché non tentare semplicemente la fortuna?

Conosco diverse persone che si accontentano di partecipare alla lotteria per la Carta Verde nella speranza di vincere una Green Card. Va benissimo, ma i tempi sono solitamente lunghi e le possibilità di vincere sono molto limitate. Perché non agire in modo attivo e cercare una strategia immediata e concreta?

Questo approccio naturalmente è inadatto per chi semplicemente cerchi lavoro come dipendente. Non va bene nemmeno per chi non disponga di alcun capitale di partenza. Le banche americane non concendono prestiti alle nuove aziende gestite da stranieri. E per accedere ad altri tipi di finanziamento pubblico oppure privato è necessario prima creare una realtà negli USA.

Di contro non servono i 100.000 o 150.000 dollari che di solito sono richiesti per un visto da imprenditore convenzionale. Basta molto,  molto meno. Ogni progetto avrà naturalmente un budget proporzionale al tipo di risultato previsto. Non stiamo naturalmente parlando di creare un semplice blog con WordPress. Ci riferiamo a una vera e propria piattaforma software che abbia la capacità di crescere e di fornire un servizio articolato.

Il progetto dev’essere in grado di sviluppare un vero e proprio business. Richiede un po’ di lavoro, ma abbiamo verificato che produce benefici che vanno ben oltre la semplice conquista di un visto per gli USA.

Comments

  1. ciao Roberto vorrei andare a vivere negli U.S.A. con mia moglie di origine cubana con residenza italiana e con nostro figlio che ha 14 anni e deve frequentare la scuola superiore. Cosa devo fare? E in particolar modo come può nostro figlio entrare nella scuola superiore. colgo l’occasione per salutarTi e ringraziarTi anticipatamente. vorremmo andare a vivere in California.

  2. Salve Marco, il sistema più semplice è di avviare un’azienda negli USA e chiedere un visto E2. In tal modo voi potrete vivere qui e vostro figlio potrà andare a scuola. Questo però richuede la disponibilità di un certo capitale. La seconda possibilità è di partecipare alla lotteria per la Carta Verde che si tiene una volta l’anno. Forse avete già partecipato, in ogni caso in questo articolo spiego come funziona: http://robertomazzoni.tv/iscriversi-alla-lotteria-la-carta-verde/.

    La terza possibilità è che Tua moglie, avendo nazionalità cubana, chieda asilo come rifugiata politica. Al momento le regole su questo particolare percorso stanno cambiando quindi dovresti sentire un avvocato d’immigrazione per capire cosa si possa fare.

  • marco fiordigiglio

    ciao Roberto vorrei andare a vivere negli U.S.A. con mia moglie di origine cubana con residenza italiana e con nostro figlio che ha 14 anni e deve frequentare la scuola superiore. Cosa devo fare? E in particolar modo come può nostro figlio entrare nella scuola superiore. colgo l'occasione per salutarTi e ringraziarTi anticipatamente. vorremmo andare a vivere in California.
    UpVote Reply 0 Upvotes
    • Roberto Mazzoni robertomazzoni.tv

      Salve Marco, il sistema più semplice è di avviare un'azienda negli USA e chiedere un visto E2. In tal modo voi potrete vivere qui e vostro figlio potrà andare a scuola. Questo però richuede la disponibilità di un certo capitale. La seconda possibilità è di partecipare alla lotteria per la Carta Verde che si tiene una volta l'anno. Forse avete già partecipato, in ogni caso in questo articolo spiego come funziona: http://robertomazzoni.tv/iscriversi-alla-lotteria-la-carta-verde/. La terza possibilità è che Tua moglie, avendo nazionalità cubana, chieda asilo come rifugiata politica. Al momento le regole su questo particolare percorso stanno cambiando quindi dovresti sentire un avvocato d'immigrazione per capire cosa si possa fare.
      UpVote Reply 0 Upvotes