Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Lavoro temporaneo negli USA con un visto H-2B

Il lavoro temporaneo negli USA viene regolato dal visto H-2B. E’ riservato agli stranieri che vogliano trovare un primo impiego in qualsiasi settore non agricolo. E’ prevalentemente utilizzato per professioni che hanno una forte componente manuale. Esempi tipici sono la ristorazione, la meccanica e l’edilizia.

La concessione di questo visto non richiede qualifiche particolari. Bisogna semplicemente essere capaci di svolgere il lavoro per il quale si viene ingaggiati. Consente di lavorare negli USA per un anno e può essere esteso fino a un massimo di 3 anni.

Durante tale periodo potrete lavorare e condurre una vita negli USA come se foste un residente. E’ un ottimo punto di partenza per cercare poi una sistemazione più stabile.

Meccanismo del visto H-2B

La concessione di questo visto segue i meccanismi tipidi di qualsiasi altro permesso lavorativo per gli USA. Innanzi tutto bisogna trovare uno sponsor. Si tratta di un’azienda americana che presenterà una domanda di assunzione al Department of Labor (il ministero del lavoro americano).

In tale domanda lo sponsor dovrà dimostrare che ha bisogno di nuovo personale e che non riesce a trovare personale americano idoneo. Una volta ottenuto il permesso dal Department of Labor, lo sponsor dovrà presentare domanda all’USCIS (United States Citizenship and Immigration Services).

Si tratta dell’ufficio interno agli Stati Uniti che si occupa di tutte le questioni d’immigrazione. L’USCIS si accerterà che il candidato non abbia precedenti penali, non sia mai stato espulso dagli Stati Uniti, e via di questo passo.

Una volta ottenuto il benestare dall’USCIS, la pratica viene passata al consolato statunitense in Italia. A questo punto l’iter si conclude con un’intervista del candidato e il rilascio del visto.

Limiti e aggiunte al visto H-2B

Esistono 66.000 posti disponibili ogni anno per questo tipo di visto. Il conto delle domande inizia dai primi di ottobre. E’ quindi opportuno essere pronti a presentare la domanda all’inizio del periodo così da essere inclusi nella graduatoria.

Una volta scaduto il periodo massimo di 3 anni, il visto non può più essere rinnovato per quel particolare datore di lavoro. Inoltre la persona dovrà tornare nel proprio paese e restarci per almeno 3 mesi.

E’ comunque possibile richiedere un nuovo visto H-2B con un altro datore di lavoro e ricomiciare il tutto daccapo. Il coniuge e i figli possono seguire il titolare del visto H-2B e vivere con lui negli USA. Devono richiedere uno speciale visto H-4B che permette ai figli di andare a scuola ma non consente al coniuge e ai figli di lavorare.

Il modo migliore per ottenere un visto H-2B è di scegliere una località di lavoro idonea, come spiegiamo più in dettaglio nel video abbinato a questo articolo.

Roberto Mazzoni

Comments