Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

I rischi di richiedere un visto turistico B2 per gli Stati Uniti

Nel momento in cui chiedete un visto turistico B2 per gli Stati Uniti vi esponete al rischio di non poter più rientrare negli USA. Sembra un controsenso, ma in effetti accade in realtà più spesso di quanto potreste immaginare. E’ la conseguenza del non sapere esattamente come presentare la domanda del visto B2 e in quale situazione sia opportuno presentarla oppure lasciar perdere. Esiste di fatto un percorso molto facile per entrare negli USA come turista per un periodo di fino a 3 mesi consecutivi.

Si chiama ESTA (Electronic System for Travel Authorization) e viene richiesto via computer e viene solitamente concesso immediatamente oppure nel giro di tre giorni al massimo. Con l’ESTA potete entrare negli USA come turista quando volete e passare fino a 90 giorni nelle località che preferite senza il bisogno di chiedere un vero e proprio visto. E’ facile capire che una soluzione del genere sia soddisfacente per la stragrande maggioranza dei turisti e che solo in casi molto particolari diventa necessario chiedere un visto B2.

Come funzionava prima dell’arrivo dell’ESTA

Prima che l’ESTA venisse creato, chiunque voleva andare negli USA per turismo era costretto a chiedere un visto B2 . Non c’erano altri modi, ma oggi questo non è più necessario perciò i funzionari consolari non vedono di buon occhi la richiesta del B2 perché, nella maggior parte dei casi, non ha ragione di essere richiesto a meno che la persona abbia voglia entrare negli USA per fare qualcosa di diverso dal visitare località turistiche.

In effetti chi può permettersi di stare negli USA per vacanza fino a 6 mesi senza compromettere il proprio lavoro e le proprie attività in Italia? Chi è disposto a lasciarsi dietro la propria famiglia per 6 mesi unicamente per andarsi a divertire? Solitamente giovani e studenti che stanno cercando opportunità di studio o di lavoro negli USA oppure una persona che sta cercando di raggiungere un parente o fidanzato che si è temporaneamente trasferito negli USA.

Nel momento in cui chiedete un visto B2, il funzionario consolare immediatamente sospetterà che c’è qualcosa di strano e in questo video vi spieghiamo quali sono le insidie da evitare nel chiedere questo tipo di visto.

Altri articoli su questo tema:

Come funziona davvero il visto turistico per gli USA

Come ottenere il visto B2 per viaggiare come turista gli Stati Uniti

Comments