Sviluppo digitale - cryptocurrencies - Roberto Mazzoni

Padroneggiare le nuove tecnologie digitali a qualiasi età

L’usabilità di un sito oppure di un’app riguarda il modo in cui l’utente raggiunge i propri obiettivi nell’uso del sito o dell’app. La definizione ufficiale fornita dall’International Organization for Standardization (ISO) dice: “l’efficacia, l’efficienza e la soddisfazione con cui alcuni utenti specifici raggiungono obiettivi specifici in un ambito particolare”.

E’ la componente base della User Experience Design e ne costituisce il requisito minimo. Un sito oppure un’app che siano difficili da usare produrrando sempre un’esperienza negativa nell’utente.

La prima fase nello sviluppo di un prodotto consiste nello stabilire se tale prodotto sarà utile. Il secondo passo è quindi di accertarsi che sia usabile. Da lì in avanti si sviluppano gli altri aspetti della User Experience Design.

Un semplice test dell’usabilità di un prodotto o servizio consiste nel rispondere alla domanda: “Può l’utente raggiungere i propri obiettivi?”

Un modo comune per accertarsi dell’usabilità consiste nell’eseguire test su prototipi con utenti reali.

Questa disciplina è nata negli Anni Novanta e ha trovato il suo massimo sviluppo con l’avvento di Internet e degli smartphone.

ISO definisce anche gli elementi costitutivi dell’usabilità. Efficacia significa l’accuratezza e la completezza con cui gli utenti raggiungono i propri obiettivi. Efficienza indica la quantità di risorse impiegate dall’utente per conseguire obiettivi specifici. Soddisfazione ci dà una misura della gradevolezza delle risposte fisiche, emotive e cognitive (che riguardano il pensiero) che ricaviamo dall’uso del prodotto.

Prendiamo l’esempio di una stampante: sarà efficace se produce esattamente il documento che abbiamo inviato; sarà efficiente se impiega poco tempo, poca corrente e poco inchiostro. Infine sarà soddisfacente se otterremo il risultato al primo colpo senza rifacimenti o esperimenti.

I benefici dell’usabilità

I benefici offerti da una buona usabilità includono una produttività migliorata, maggiore benessere personale, riduzione o eliminazione dello stress, maggiore accessibilità e ridotto rischio di danno fisico o mentale. Quest’ultima caratteristica si applica soprattutto a macchinari pericolosi, tuttavia l’uso improprio del mouse o della tastiera possono provocare danni al polso. Il riflesso della luce di un monitor può essere stressante per la nostra vista.

Per meglio inquadrare il tema dell’usabilità, ISO definisce anche il contesto d’uso che rappresenta la combinazione di utenti con le loro caratteristiche, obiettivi, compiti da svolgere, risorse disponibili e ambiente.

Contesto d’uso di usabilità come definito da ISO

L’usabilità di un sito web, app oppure software cambiano quindi drasticamente a seconda del tipo di pubblico servito, dell’ambiente in cui tali persone devono operare, della complessità dei compiti da svolgere e infine del dispositivo usato: computer, tablet o telefonino.

Per tale motivo è importante conoscere in anticipo il contesto d’uso in modo che la progettazione sia mirata. Solo in questo modo si eviteranno sprechi di tempi e di risorse, producendo al tempo stesso qualcosa che le persone riescono a usare.

Roberto Mazzoni

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.