Cyber Economy - Cyber Security - Crypto Economy - Roberto Mazzoni

L'economia digitale come nuova piattaforma competitiva mondiale

I crypto-eroi della finanza e dell’ecommerce, precursori delle cryptocurrencies

I precursori delle cryptocurrencies sono Martin Hellman, Ralph Merkle, Bailey Whitfield Diffie, Ronald Rivest, Adi Shamir e Leonard Adleman. Ciascuno di questi inventori ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo della crittografia negli Stati Uniti e nel mondo. Grazie al loro lavoro negli anni Settanta e Ottanta, è stato possibile gettare le basi per la moderna generazione di cryptocurrencies e della tecnologia blockchain.

Martin Hellman è stato il primo a immaginare un sistema di cifratura basato su due chiavi: una pubblica e una privata. La chiave pubblica viene distribuita a tutti e può essere utilizzata per cifrare le informazioni da trasferire al suo possessore.

Al momento della ricezione, il possessore utilizzerà quindi la propria chiave privata (che rimane segreta) per decrifrare il messaggio. Non è quindi più necessario, come in passato, scambiare chiavi tra il destinatario e il ricevente. Lo scambio poteva essere intercettato, portando alla decifratura di tutti i messaggi successivi.

Chiunque può inviare informazioni con un elevato grado di sicurezza e con semplicità.

La prima guerra crittografica

Martin Hellman è anche stato protagonista della prima guerra crittografica tra la comunità scientifica statunitense e il governo degli Stati Uniti. Quando formulò le sue prime teorie nel 1977, si trovò immediatamente di fronte all’opposizione della National Security Agency.

All’epoca, la NSA aveva il totale controllo sulle attività crittografiche negli Stati Uniti. Uscita vittoriosa dal confronto con la Germania nazista e i suoi alleati nella Seconda Guerra Mondiale, la NSA considerava una priorità nazionale la capacità di decifrare il traffico degli altri governi.

La presentazione di tecniche di cifratura che potessero potenziare la sicurezza altrui, complicando il lavoro di crittografi dell’NSA, era considerata una minaccia alla sicurezza nazionale. Per giunta la divulgazione di tali informazioni veniva paragonata all’esportazione illegale di armi.

In buona sostanza, il lavoro di Martin Hellman e dei suoi due studenti Bailey Whitfield Diffie e Ralph Merkle, veniva considerato pericoloso quanto la vendita di un ordigno nucleare. Hellman fu minacciato di pesanti conseguenze legali nel caso in cui avesse pubblicato le sue ricerche. Dopo essersi consultato con il consulente legale dell’università e con i suoi studenti, decise di pubblicare le informazioni in ogni caso.

La protezione dei dati personali e aziendali

La preoccupazione di Hellman, che si rivelò completamente corretta, era che il crescente uso dei computer e delle reti informatiche richiedeva la disponibilità di tecnologie di cifratura alla portata del pubblico.

Ci sarebbero stati attacchi e violazioni che il governo non avrebbe potuto evitare, ma che avrebbero comunque avuto conseguenze sulla sicurezza nazionale. Da allora il pubblico e il privato hanno continuato un confronto continuo. Mentre i crittografi della NSA cercano di decifrare qualsiasi messaggio che transiti sulle reti mondiali, nascono nuove invenzioni che cercano di impedirlo.

Le cryptocurrencies sono un esempio in tal senso. Utilizzano appieno le tecniche di cifratura più complesse che sono in seguito state sviluppate da altri tre ricercatori statunitensi: Ronald Rivest, Adi Shamir e Leonard Adleman. Anch’essi hanno superato il blocco dell’NSA sviluppando una tecnogia per lo scambio di chiavi pubbliche e private da cui è nata un’azienda: RSA.

Nel caso di RSA, hanno utilizzato fondi governativi che hanno ottenuto l’approvazione dell’NSA solo perché l’agenzia di spionaggio non si era resa conto di che cosa volessero fare davvero.

L’impiego moderno di queste tecnologie sta rivoluzionando il mondo della finanza e bancario, togliendo potere ai governi e restituendolo nelle mani delle persone.

Roberto Mazzoni

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.