Investire negli Stati Uniti, emigrare e lavorare negli USA - Roberto Mazzoni

Conquistare il sogno americano negli Stati Uniti o da casa propria

Italiani negli USA con la cyber security, una storia vera

Ne abbiamo parlato spesso negli ultimi articoli, ma ormai gli italiani negli USA con la cyber security sta diventando un fenomeno reale. Abbiamo appena partecipato a “Networking The Future” la conferenza annuale organizzata dal Florida Center for Cybersecurity.

Si tratta di un’organizzazione collegata all’università di Tampa che ha la missione di favorire la leadership dello stato della Florida nel complesso campo della sicurezza informatica. Lo fa coordinando e coadiuvando le attività di formazione svolte da tutte le università dello stato. Inoltre conduce progetti di ricerca innovativi e promuove attività sociali, come questo evento che attira ormai più di mille visitatori ogni anno.

La conferenza è stata molto interessante e sarà la base per diversi altri video-articoli che proporremo in futuro. Oggi ci concentriamo su un evento inaspettato che ha confermato in pieno quanto diciamo da settimane. La cyber security è un veicolo valido per gli italiani che vogliono venire a lavorare negli Stati Uniti.

Dalla Lombardia a Tampa Bay con la cyber security

Durante l’ultimo intervento della conferenza, abbiamo incontrato una signora lombarda che si è trasferita negli Stati Uniti con tutta la sia famiglia e che ora copre la posizione di responsabile della cyber security nell’azienda che l’ha portata in America. Il suo percorso è iniziato trovando un lavoro di ingegnere presso una società manifatturiera statunitense che aveva una filiale in Italia.

Dopo aver lavorato per un certo tempo presso la filiale italiana, le è stato proposto di trasferirsi presso la casa madre in Florida con mansioni di controllo qualità. La nostra compatriota non se l’è fatto ripetere due volte e si è trasferita, nel 2003, insieme a tutta la famiglia.

Il suo percorso di carriera si è evoluto e all’età di oltre quarant’anni si è rimessa in gioco cambiando mestiere all’interno della stessa società. Ha abbracciato completamente il settore della cyber security, che per lei era completamente nuovo, garantendo a se stessa una carriera ancora più promettente e stabile.

La sua storia conferma tre tesi che abbiamo proposto negli ultimi mesi:

  1. la cyber security è un settore dove c’è richiesta anche di specialisti stranieri
  2. non è necessario di disporre di un background in informatica, basta essere disposti ad imparare un nuovo mestiere
  3. il modo per trovare aziende americane disposte a sponsorizzarvi consiste nel conoscerle in Europa, avvicinandole nelle loro filiali europee oppure lavorando per loro come freelance.

Il curriculum non basta, serve una conoscenza personale

Per attrarre l’attenzione di un datore di lavoro statunitense non basta un curriculum. Ne ricevono centinaia ogni giorno, la gran parte da cittadini statunitensi, e ne scartano la gran parte. E’ necessario creare un contatto personale con qualcuno all’interno dell’azienda che possa sostenere la vostra candidatura.

Nel video abbinato a questo articolo sviluppiamo questo discorso un po’ più a fondo e vi diamo anche un’anticipazione di una novità editoriale su cui stiamo lavorando.

Roberto Mazzoni

Comments