Cyber Economy - Cyber Security - Crypto Economy - Roberto Mazzoni

L'economia digitale come nuova piattaforma competitiva mondiale

Perché Bitcoin è molto importante, anche in Italia

Bitcoin ha avviato una profonda trasformazione dell’intero mondo finanziario. Creata inizialmente come soluzione tecnologica per un problema tecnico vecchio di trent’anni, ha preso il volo come valuta a sé stante. Dalla sua nascita nel 2008 e dalla sua diffusione iniziale nel 2009, ha fatto molta strada.

Dopo dieci anni di vita avventurosa e turmultuosa, siamo ormai certi che non sia un fenomeno passeggero. Numerosi fondi di investimento stanno puntando su questo nuovo “asset” digitale. Il valore è salito ben oltre le aspettative iniziali e mostra un trend sempre positivo.

Ma quel che più importa, Bitcoin offre risposte a quattro necessità fondamentali che la nostra società avverte da tempo:

  1. La possibilità di scambiare denaro senza dover transitare attraverso strutture di controllo centrale.
  2. Eseguire transazioni senza costi aggiuntivi o con costi marginali.
  3. Evitare la fragilità di avere le registrazioni contabili centralizzate.
  4. Fare pagamenti anonimi.

E’ vero che, in ragione delle sue caratteristiche, Bitcoin inizialmente è stata utilizzata soprattutto nei circuiti criminali del mondo. Ma le cose non stanno più così. Oggi la porzione criminale rappresenta solo il 10% degli scambi complessivi.

Un nuovo panorama finanziario

La possibilità di trasferire denaro senza dipendere dalle autorizzazioni di un governo centrale ha assunto grande importanza negli ultimi anni. Soprattutto dopo che diversi gioverni nazionali hanno vietato o fortemente limitato l’esportazione di denaro.

Bitcoin non si presta a nessun tipo di censura e quindi favorisce il libero flusso di capitali tra le nazioni. Permette quindi di trasferire le nostre ricchezze in quei Paesi che consideriamo politicamente più sicuri. Scavalca anche le barriere temporali che sono spesso associate ai trasferimenti bancari. In denaro arriva subito, anziché dopo giorni.

La prerogativa di trasferire denaro senza costi oppure con costi minimi è importante per chi lavora nel commercio come pure chi gli emigrati che mandano il proprio stipendio a casa.

Oggi le compagnie delle carte di credito addebitano mediamente il 3% al commerciante per qualsiasi acquisto elettronico. Per commercianti che spesso operano con un margine del 10% questa è una cifra elevatissima. Con Bitcoin si aprono nuove possibilità.

La resistenza al cybercrimine

La crescita mondiale del cybercrimine ha dimostrato che nessuna organizzazione finanziaria oppure commerciale è al sicuro dagli attacchi. Chiunque abbia accesso ai sistemi centrali può rubare informazioni e manipolare i conti.

Con Bitcoin il “ledger” (registro contabile) di tutte le operazioni è distribuito e replicato su molti computer in tutto il mondo. Se un singolo sistema viene compromesso, gli altri lo escludono automaticamente dalla rete. C’è sempre una copia affidabile delle registrazioni che permette di ripartire dopo qualsiasi attacco.

In tal modo abbiamo un sistema molto più sicuro. Di fatto tutti gli attacchi di successo in ambito Bitcoin sono avvenuti a spese della singola macchina, non del sistema nel suo complesso.

Infine l’anonimato è una caratteristicha importante. Non solo per i criminali, ma anche per chi vuole nascondere la propria identità per motivi politici o sociali. Bitcoin non garantisce di fatto il totale anonimato perché è possibile risalire alle origini di una tranzazione. Quindi lascia comunque spazio d’intervento alle forze dell’ordine. Permette tuttavia di rimanere anonimi quel tanto che basta per la maggior parte delle transazioni.

Il valore complessivo di transazioni che ruota intorno a Bitcoin è ormai impressionante. E’ un fenomeno che non si può più ignorare.

Roberto Mazzoni

Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.